Gthub Vincenzo

Intervista a Vincenzo Cimini su Linea Mercati di Class CNBC

Vincenzo Cimini, Amministratore Delegato di Greenthesis Group, è intervenuto oggi, 14 settembre, nella trasmissione tv Linea Mercati di Class CNBC per parlare di circolarità e di sfide future per l’imprenditoria italiana.

Per gli imprenditori di oggi e, soprattutto, di domani rispettare i criteri della sostenibilità sembra essere una conditio sine qua non per creare valore nel lungo periodo e per essere protagonisti della rivoluzione green. A partire da questa riflessione l’Amministratore Delegato di Greenthesis Group Vincenzo Cimini è stato intervistato a Linea Mercati (Class CNBC) offrendo diversi spunti per il futuro dell’imprenditoria sostenibile.

Cimini ha affrontato alcuni temi chiave nello scenario economico attuale:

  • l’importanza per l’imprenditoria di ripensare il proprio modello di business (facendo forza sull’innovazione tecnologica) alla luce degli enormi cambiamenti che stanno avvenendo a livello globale per non rimanere indietro e tentare di assottigliare il gap di competitività, punto debole per le aziende nostrane;
  • la sinergia che si deve instaurare tra il mondo imprenditoriale e il mondo istituzionale che ha il compito, per parte sua, di fornire tempi certi e garantire un facile conseguimento delle autorizzazioni necessarie all’adeguamento impiantistico, di primaria importanza e di cui purtroppo ad oggi l’Italia è scarsamente dotata;
  • il coinvolgimento sempre maggiore dei portatori di interesse, o stakeholders, nei processi imprenditoriali affinché si scoraggi l’insorgenza della pericolosa sindrome NIMBY (Not In My Back Yard) che spesso in Italia colpisce quelle imprese che vengono bloccate nella costruzione di impianti che solo teoricamente sono portatori di nocumento. È fondamentale, invece, coinvolgere cittadini, comitati e ogni stakeholder affinché passi il messaggio che quando un impianto è ben fatto e ben gestito è un polo a servizio del territorio, dell’ambiente, della sostenibilità, della circolarità economica e dunque, in ultimo, anche della cittadinanza stessa;
  • oltre agli stakeholders, ruolo fondamentale rivestono anche gli shareholders, ovvero tutti coloro che decidono di investire in questo tipo di economia reale. Negli ultimi anni si è reso evidente come grandi interessi, sempre maggiori, si riversino in quelle tipologie di investimenti che vanno sotto il nome di ESG (environmental, social, governance) sia da parte di banche, di fondi, di investitori istituzionali dando prova che la finanza sta guardando sempre di più alle tematiche ambientali e che concernono l’economia circolare.

Proprio alla luce di tali valori, accettando la sfida dell’economia del futuro, il Gruppo Greenthesis ha dato vita a un nuovo progetto, quello dell’apertura di un hub, il Green Transformation Hub, in provincia di Perugia, nello storico eremo del fondatore, che diventa oggi un polo a servizio del Gruppo per fare team building, formazione, green accademy e per diffondere i dettami dell’economia circolare e della sostenibilità ambientale. Un salotto affacciato sul resto dell’Italia per dare il proprio contributo nel rendere concreta la transizione ecologica e che vedrà il suo battesimo con l’evento del 20 settembre intitolato “Il successo sostenibile: le sfide che il Paese deve affrontare”.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su email