AMBIENTHESIS ORBASSANO

CONTATTI

Strada Grugliasco/Rivalta, 10043 Orbassano (TO)

Direttore Tecnico

Massimo Pezzini

QUALITA' CERTIFICATA 

 

AUTORIZZAZIONI E CERTIFICAZIONI 

Ambienthesis possiede e gestisce l’impianto sito ad Orbassano (TO), la più grande piattaforma multifunzionale in Italia per il trattamento, il recupero e lo smaltimento di rifiuti speciali, sia liquidi che solidi, con capacità autorizzativa superiore a 500.000 tonnellate l’anno.

I NUMERI DI UN GRANDE IMPIANTO

  • Addetti 54
  • Impianto in funzione 7gg/7 – 24h/24
  • Linee di Trattamento 4 (Olii, Chimico-Fisico-Biologico, Stoccaggio, Solidi)
  • Potenzialità di Trattamento Linea Olii 20.000 t/anno
  • Potenzialità di Trattamento Linea Chimico-Chimico-Fisico-Biologico 250.000 t/anno
  • Capacità di Immagazzinamento Linea Stoccaggio 9240 m3
  • Potenzialità di Trattamento Linea Solidi INERTIZZAZIONE 170.000 t/anno
  • Potenzialità di Trattamento Linea Solidi VALORIZZAZIONE 80.000 t/anno
  • Energia elettrica media mensile prodotta per cogenerazione 360.000kWh (*)
  • Presidi di abbattimento delle emissioni 4
  • Pozzi di campionamento del soil gas 16
  • Rete esterna di pozzi piezometrici per il monitoraggio delle acque di falda 17
  • Conferimenti/ anno (automezzi/anno) 14.000
  • Uscite dei rifiuti per destini finali (automezzi/anno) 6.000
IL LABORATORIO CHIMICO

Punto di forza dell’Azienda è la presenza di un Laboratorio Chimico attrezzato con strumentazione d’avanguardia, in cui lavorano Chimici e Biologi formati e qualificati. Il polo analitico interno garantisce un controllo puntuale dei materiali in ingresso e in uscita dalla Piattaforma e assicura inoltre un monitoraggio persistente delle matrici ambientali

I RIFIUTI CHE TRATTIAMO

Articolata su più linee di processo, la Piattaforma è in grado di trattare la quasi totalità dei rifiuti provenienti dalle attività industriali, anche contaminati da sostanze particolarmente inquinanti.

Consulta i CODICI CER trattati in impianto.

OLTRE 110 MILA METRI QUADRI DI TECNOLOGIA EVOLUTA

Lo Stabilimento Ambienthesis di Orbassano svolge attività di trattamento, recupero e smaltimento di rifiuti pericolosi e non pericolosi, provenienti da attività di tipo prevalentemente industriale. Il Sito si estende per una superficie di 110.000 m2

UN MONDO DI VANTAGGI GREEN
  • Trattamento delle emissioni in atmosfera mediante le tecnologie più avanzate (BAT)
  • Recupero ambientale dei rifiuti
  • Elevate prestazioni ambientali di trattamento dei rifiuti
  • Ottimizzazione dei consumi, mediante contabilizzazione ed analisi di monitoraggio
  • Auto-produzione di energia elettrica e termica mediante trigenerazione
  • Utilizzo di energia elettrica da esclusivamente fonti rinnovabili
INNOVAZIONE MIGLIORAMENTI IMPIANTISTICI
  • 2008: installazione di un sistema georeferenziato GNSS per il monitoraggio delle variazioni altimetriche delle strutture di Stabilimento e garanzia di stabilità degli impianti;
  • 2008: installazione di un sistema di monitoraggio in remoto degli scarichi idrici di Stabilimento, direttamente collegato all’Ente di Controllo;
  • 2008–2014: rinnovo ed ampliamento della rete di controllo piezometrica della qualità delle acque sottostanti al sito. Complessivamente sono stati terebrati 24 pozzi spia;
  • 2008: rinnovo e potenziamento degli strumenti di analisi del laboratorio;
  • 2009: Revamping dell’impianto di trattamento emissioni E1 con adozione di tre torri di lavaggio e raddoppio con potenziamento dei letti di filtrazione a carboni attivati;
  • 2010: impermeabilizzazione delle aree denominate PL30;
  • 2011: adeguamento della rete di aspirazione aeriformi di Stabilimento;
  • 2011: installazione di un sistema di monitoraggio in remoto degli scarichi idrici di Stabilimento, direttamente collegato all’Ente di Controllo;
  • 2012: riqualificazione ed ampliamento del Laboratorio di Analisi;
  • 2013: realizzazione della nuova linea di trattamento biologico delle acque linea CFB
  • 2014: autorizzazione dell’impianto destinato al recupero della frazione nobile ancora presente all’interno dei rifiuti denominato Eco Sivar;
  • 2015: interventi di ampliamento delle aree impermeabilizzate di Stabilimento;
  • 2016: revamping sezione filtrazione a maniche, linea trattamento emissioni E2;
  • 2018: sistema di termocamera mobile per il rilevamento delle variazioni di temperatura. Tale soluzione, permette l’intervento tempestivo e la limitazione di eventuali danni derivanti da eventi accidentali.
  • 2018 – 2019: realizzazione nuovo impianto di trattamento emissioni E1 con adozione della tecnologia RTO.
  • 2019: revamping linea emissioni E2 con adozione stadio di lavaggio ad umido;
  • 2019: realizzazione nuova sezione coperta linea stabilizzazione presso reparto SESI con adozione di specifici presidi antincendio.
  • 2019: introduzione di due colonne a lavaggio umido per le emissioni derivanti dal trattamento chimico- fisico (questa è da aggiungere, perché mancava nell’elenco)
  • 2019: introduzione del nuovo presidio di abbattimento E1bis per il trattamento delle emissioni contenenti cromati e cianuri.
  • 2019: introduzione di un trigeneratore la cui energia termica prodotta è impiegata per produrre acqua refrigerata per l’impianto chimico-fisico e biologico, climatizzazione degli uffici, produzione di acqua calda sanitaria, nonché una maggior efficienza energetica della Piattaforma. (questa è da aggiungere, perché mancava nell’elenco)
  • 2020: realizzazione tensostruttura per lo stoccaggio PL34;