cerved vincenzo cimini

Cerved ESG Connect : Vincenzo Cimini racconta le scelte sostenibili del Gruppo

Il 30 settembre 2021 il CEO di Greenthesis S.p.A. Vincenzo Cimini è intervenuto all’interno della prima edizione del Cerved ESG Connect, evento che affronta le tematiche sostenibili più urgenti lasciando la parola direttamente ai protagonisti del settore. Cimini, in particolare, ha dato il suo contributo nella sezione dell’evento intitolata “Rating ESG: la chiave per valorizzare le scelte sostenibili”.

Nel corso dell’evento streaming organizzato da Cerved (il più grande Information Provider in Italia e una delle principali agenzie di rating in Europa) si è affrontato il tema della transizione ecologica e delle sfide e opportunità che può offrire un mondo più sostenibile trattando temi come la finanza green, le performance aziendali in relazione alle politiche ESG, la sostenibilità di filiera e l’importanza di dotarsi di alti rating ESG dando valore alle proprie scelte aziendali.

In un contesto così ricco di interventi autorevoli, il CEO di Greenthesis S.p.A. Vincenzo Cimini ha preso parte a un intenso dialogo in merito alle scelte aziendali che valorizzano la sostenibilità d’impresa individuando nel Rating ESG un utile strumento in questa direzione.

Il benessere del pianeta e di chi lo abita, ha affermato Cimini, impone di imboccare una strada diversa che contempli nuovi stili di vita e nuovi modelli di business per le imprese. Tra New Green Deal, Recovery Plan e PNRR a livello nazionale, è evidente come si stia dettando una linea strategica comune per condurre in porto transizioni epocali:

  • transizione ecologica;
  • transizione energetica;
  • transizione digitale.

Greenthesis S.p.A., forte della sua trentennale esperienza nel settore di gestione integrata dei rifiuti, nella riqualificazione territoriale e nella produzione di energia elettrica a partire da fonti rinnovabili, vuole sempre più concorrere a dettare le linee guida per l’introduzione di tecnologie sempre più avanzate e una progettualità di impresa che sia aderente ai principi della circolarità economica e della sostenibilità ambientale.

Non sono soltanto propositi, ma l’agire aziendale risponde a queste sfide tramite il lavoro concreto sul campo in diversi ambiti, quali:

  • la valorizzazione multimateriale;
  • l’attenzione massima alle emissioni e all’abbattimento delle emissioni odorigene;
  • la valorizzazione energetica alternativa;
  • la produzione di biometano a partire dal biogas di discarica e dalla frazione umida dei rifiuti;
  • la creazione di filiere che implementino intere catene di valore (come alluminio, dettare alimentari, rifiuti di matrice urbana o industriale).

La sostenibilità, dunque, non deve essere soltanto una parola, ma un criterio da perseguire in seno alla strategia verticale dell’azienda e Greenthesis S.p.A. mette al centro del proprio approccio strategico le variabili ESG con la convinzione che l’ambiente, la socialità d’impresa e il governo della stessa possano sinergicamente portare alla creazione di valore per le imprese rendendo permanente il loro vantaggio competitivo, tenendo però ben presente anche la profittabilità e l’equilibrio economico-finanziario.

Non è un caso, infatti, se già da qualche anno, insieme a Cerved, Greenthesis S.p.A. si è impegnata a intraprendere un percorso che dirigesse il Gruppo verso un agire sempre più virtuoso, lungimirante e sostenibile. Un’azione su tutti introdotta di recente che ha portato molto frutto e che è in grado di fornire un’ulteriore connotazione del lavoro svolto è il fatto di essere una delle pochissime società a prevedere una remunerazione specifica per gli apicali (es. Consiglio di Amministrazione) ancorando però tale premialità all’ottenimento di risultati ESG.

Innovazione, attenzione alla socialità d’impresa, cura estrema per l’ambiente e per il territorio sono ormai ingredienti imprescindibili per le aziende del futuro.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su email